Scrub, peeling o gommage? Ad ognuno il suo trattamento! | Approfondimenti | Farmacia Stefini
pagina Facebook Stefini Twitter Stefini

Scrub, peeling o gommage? Ad ognuno il suo trattamento!

PUBBLICATO IL 24 marzo 2016

Nella nostra routine settimanale per la cura della pelle del viso e del corpo dovremmo tutti considerare il trattamento esfoliante. L'esfoliazione è un trattamento che ci permette di allontanare le cellule morte presenti sulla superficie della cute in modo tale da liberare gli strati sottostanti e mantenere la cute levigata, ossigenata e più giovane.
Durante il cambio di stagione sono consigliati trattamenti detox, sia da un punto di vista alimentare, sia per quanto riguarda la cura della pelle, ed ecco allora l'importanza di dedicarsi ad uno scrub settimanale per scacciare il grigiore dell'inverno.

Quando si consiglia il trattamento esfoliante?

Fino a poco tempo fa l'esfoliazione veniva considerata il trattamento da fare alla fine dell'estate per eliminare i residui di abbronzatura e la pelle secca e desquamata.
Oggi invece i trattamenti esfolianti sono consigliati alla maggior parte delle donne:
- utili dopo i 40 anni, in quanto le cellule cornee rimangono più a lungo attaccate all'epidermide rendendo la pelle spenta e opaca; 
- utili i peeling superficiali nel trattamento degli inestetismi dell'acne;
- nel caso di pelle secca e desquamata;
- per chi ha la pelle impura, per eliminare imperfezioni quali punti neri, comedoni,..;
- nei casi di ipermelanosi che può comparire in seguito a gravidanza, assunzione di particolari farmaci, situazioni di infiammazione della pelle;
- per eliminare le cellule morte e le impurità (tracce di trucco, smog, particelle inquinanti,..) e permettere quindi alla cute di respirare.

Peeling,scrub o gommage?Le differenze

In ambito estetico si utilizza il termine scrub o gommage.
Lo scrub è un gel o una crema con dei microgranuli sferici (guscio di noce, seme di pesca o di albicocca, semi d'uva,..) che permettono di eliminare le cellule morte in superficie; è importante farlo con la pelle umida e risciacquarlo.
Il gommage non contiene microsfere, ma sostanze che se massaggiate sulla pelle trattengono le impurità, permettono una delicata esfoliazione.
Il peeling è un trattamento che agisce più in profondità, contiene solitamente idrossiacidi (acidi della frutta) o acido glicolico, acido lattico,.., che permettono la rimozione delle cellule in superficie; a seconda degli attivi presenti, questi vanno più o meno in profondità, i trattamenti più profondi vengono fatti solo in ambito medico.

A ciascuno il suo esfoliante, i nostri consigli.

Spesso nella scelta del prodotto, la principale paura è quella di scegliere un esfoliante troppo aggressivo, che quindi possa irritare o seccare eccessivamente la cute. E' dunque importante la scelta del trattamento, che va valutato considerando anche la stagione e i fattori esterni che possono incidere sul benessere della cute (sole, smog, vento, make up,..). E' importante scegliere scrub differenti per viso e corpo, in quanto il viso richiede un'esfoliazione più delicata con piccoli microgranuli, rispetto a gambe e braccia.

- Pelli normali
Anche se la cute è normale, è sempre bene utilizzare un prodotto delicato e che rispetti il film idrolipidico della pelle. Consigliamo quindi di utilizzare esfolianti con piccole microsfere o granuli con l'aggiunta di sostanze idratanti come l'olio di vinaccioli, allantoina, oli vegetali ricchi in complessi vitaminici. E' consigliabile fare lo scrub una o due volte a settimana e applicare successivamente un prodotto che reidrati la pelle.

- Pelle impura
La pelle impura è molto delicata e richiede l'utilizzo di prodotti mirati e non troppo aggressivi in quanto potrebbero peggiorare l'aspetto della pelle andando ad aumentare la produzione di sebo e l'infiammazione cutanea. Punti neri, comedoni e cisti necessitano di prodotti purificanti, lenitivi e oil free. Spesso è utile scegliere prodotti con attivi esfolianti come alfa-idrossiacidi, acido salicilico e glicolico.

- Pelle secca
Chi ha questo tipo di pelle necessita di prodotti particolarmente idratanti, e consigliamo l'utilizzo di texture cremose: piacevoli, morbide e nutrienti. Le formulazioni più adatte contengono acido ialuronico, miele, olio d'uva, allantoina. In caso di pelle molto secca è bene fare lo scrub una sola volta a settimana.

- Pelle sensibile
Nel caso di cute sensibile e reattiva bisogna scegliere scrub con microgranuli quasi impercettibili (microperle vegetali di jojoba) e texture morbide e dolci. Le formulazioni ideali sono ricche di vitamine e polifenoli antiossidanti. In questo caso lo scrub non deve essere mai fatto 'a secco', ma con la pelle umida e detersa, una o due volte a settimana.

- Pelle matura
Smog, fumo, impurità, sono alla base della pelle spenta e opaca e alla base dell'invecchiamento cutaneo. Come trattamento urto consigliamo di fare lo scrub 2 volte a settimana e associare maschere esfolianti, con complessi a base di acido glicolico e antiossidanti di origine vegetale (melograno o uva), ottimi per la cura e la prevenzione delle macchie cutanee. L'acido glicolico ha anche un'azione profonda sul derma, utile per schiarire eventuali macchie brune.

E dopo?
dopo l'esfoliazione bisogna ristabilire l'equilibrio idrico della nostra pelle, che ritrova così elasticità e morbidezza.
Si possono applicare maschere idratanti a base ad esempio di acido ialuronico, oppure si possono vaporizzare acque termali lenitive e idratanti, in grado di rinfrescare e ridistendere la cute. Se la pelle appare secca sono necessarie creme dalla texture ricca, a base di acido ialuronico e burri vegetali, oppure l'uso di oli e sieri idratanti a base di vitamine e polissaccaridi.

Una preziosa abitudine: l'idratazione
La regola fondamentale per una pelle sana e luminosa è l'idratazione sia dall'interno che dall'esterno.
E' importante assicurare un corretto apporto idrico per favorire l'effetto riossigenante e detossinante, quindi abituiamoci a bere! Sarebbe buona abitudine bere almeno due litri di acqua al giorno, anche attraverso tisane (bene quelle drenanti e depurative), estratti di frutta e verdura. Altro consiglio importante è ridurre tutte le sostanze che possono disidratare e infiammare: caffeina, alcool, prodotti salati.

 

 





Articoli Recenti


Inquinamento, quanti danni alla pelle!!


I benefici e le proprietà della curcuma


Ayurveda e mal di schiena



Categorie


Archivio Approfondimenti

2017

2016

2015

Tag

INDIRIZZI
E RECAPITI
ORARI
NOLEGGIO
ATTREZZATURE
FAQ