I benefici e le proprietà della curcuma | Approfondimenti | Farmacia Stefini
pagina Facebook Stefini Twitter Stefini

I benefici e le proprietà della curcuma

PUBBLICATO IL 28 settembre 2017

La curcuma è una pianta erbacea, perenne, che appartiene alla famiglia delle Zingiberaceae, la cui specie più conosciuta è la curcuma longa.
Nota anche come zafferano delle indie, trova larghissimo impiego nella cucina asiatica e principalmente indiana.
La parte utilizzata è la radice, di un colore giallo intenso, fortemente aromatica, che dopo essere stata bollita ed essiccata al sole viene schiacciata e trasformata nella polvere che tutti conosciamo. La polvere di curcuma è il principale componente del curry, ormai utilizzato anche nella nostra cucina ed in occidente in generale.
Il principio attivo più studiato contenuto nella curcuma è la curcumina.

PROPRIETA'
  • Proprietà antiossidanti: ostacola i radicali liberi che contribuiscono a danneggiare le cellule dell'organismo.
  • Favorisce la funzionalità digestiva.
  • Ha proprietà antinfiammatorie aiutando a mantenere ossa e articolazioni in salute.
  • Studi più recenti hanno anche dimostrato un'azione benefica sul sistema nervoso centrale, supportando varie funzioni (es. utile per aumentare la memoria)

Il problema di questa spezia è la scarsa biodisponibilità, ne consegue che per avere proprietà curative andrebbe ingerita in notevoli quantità e sempre accompagnata da un veicolo oleoso o con aggiunta di piperina.

Oggi esistono in commercio integratori con dosaggi ed eccipienti ottimali per un rapido assorbimento che ne garantisca l'efficacia.

Chiaro che l'uso, anche quotidiano, in cucina è comunque un valido aiuto per il nostro organismo.

CONTROINDICAZIONI

Non esistono molto controindicazioni purchè utilizzata nelle giuste quantità.
Le persone che devono fare più attenzione sono i diabetici, chi soffre di calocoli biliari, chi è in terapia con anticoagulanti.

La nostra scelta:

La curcumina presente nel nostro integratore è stata studiata appositamente per superare il problema della biodisponibilità. Grazie ad una particolare tecnologia formulativa, è infatti 185 volte pù biodisponibile della curcumina naturale, in quanto viene protetta dalla degradazione ed è stabile al pH dello stomaco; in questo modo arriva all'intestino intatta e viene completamente assorbita e metabolizzata.

Quando la consigliamo:

- per favorire la funzionalità digestiva ed epatica
- per chi soffre di dolori ossei e articolari
- come antiossidante
- per gli sportivi


 





Articoli Recenti


Come orientarsi nel vasto mondo degli Omega?


Inquinamento, quanti danni alla pelle!!


I benefici e le proprietà della curcuma



Categorie


Archivio Approfondimenti

2017

2016

2015

Tag

INDIRIZZI
E RECAPITI
ORARI
NOLEGGIO
ATTREZZATURE
FAQ