Inquinamento, quanti danni alla pelle!! | Approfondimenti | Farmacia Stefini
pagina Facebook Stefini Twitter Stefini

Inquinamento, quanti danni alla pelle!!

PUBBLICATO IL 23 ottobre 2017

Quando parliamo di danni causati dall'inquinamento, non dobbiamo pensare solamente alle problematiche legate all'apparato cardio-respiratorio, ma anche alla nostra pelle. Sempre più spesso capita di imbattersi in sintomatologie cutanee legate a stress esterni che portano a disidratazione, pelle sensibile, colorito spento, fino ad arrivare a vere e proprie patologie cutanee e dermatiti.

La pelle è il nostro organo di barriera e diversi studi mettono in evidenza come parecchie sostanze presenti nell'aria arrivino ad essere fino a venti volte più piccole dei pori della pelle, raggiungendo in questo modo gli strati più profondi della barriera cutanea e generando irritazione e disidratazione.

Chi soffre di dermatiti o sensibilità cutanea notarà l'acutizzarsi di reazioni infiammatorie nel momento in cui è maggiormente esposto a fattori inquinanti, i quali distruggono l'integrità cutanea e producono radicali liberi che accellerano i processi di infiammazione e invecchiamento.

Cosa succede?

Lo stress cutaneo è dovuto ad un eccesso di radicali liberi che vanno ad intaccare il collagene che è l'impalcatura di sostegno del nostro tessuto cutaneo, inoltre le sostanze di protezione della pelle, come i lipidi e i ceramidi, diminuiscono e la cute appare molto più secca e disidratata.

Quali sono i segnali della 'pelle vittima dello smog'?

- pelle spenta e opaca
- disidratazione
- invecchiamento prematuro
- rughe
- segni di infiammazione come irritazione e arrossamento

L'aggressione da parte degli inquinanti crea una catena di reazioni di ossidazione, che sono causa di processi infiammatori, i quali portano a dermatiti e arrossamenti.

Come intervenire con un trattamento 'anti-inquinamento'?

La regola fondamentale è mantenere in equilibrio la barriera cutanea attraversa una detersione delicata mattino e sera. Prediligiamo prodotti a risciacquo in gel o mousse per eliminare la patina di grigiore che si deposita sulla pelle e ogni traccia di make-up. Evitiamo invece prodotti schiumogeni e il comune sapone, che possono diventare troppo aggressivi.
Trattiamo la nostra pelle con prodotti anti-smog, ovvero a base di Vitamina C ed E, resveratrolo di vite e polifenoli, camomilla e mirtillo e non dimentichiamo mai di idratare in modo adeguato con creme a base di acido ialuronico ad alto e basso peso molecolare in modo da raggiungere tutti gli strati dell'epidermide. Nei trattamenti giorno inoltre, non facciamoci mai mancare il filtro solare che schermi dai raggi UVA, UVB e infrarossi.
Per un effetto detox, abbiniamo settimanalmente scrub e maschera, in modo da eliminare le cellule morte e rigenerare la pelle.

Importante è affrontare il problema non solo con creme e trattamenti specifici, ma anche dall'interno, attraverso un'alimentazione ricca di frutta e verdura, oppure facendo uso di integratori con un'azione detossinante, depurativa e antiossidante.





Articoli Recenti


Tea tree oil: consigli e utilizzi


Come orientarsi nel vasto mondo degli Omega?


Inquinamento, quanti danni alla pelle!!



Categorie


Archivio Approfondimenti

2017

2016

2015

Tag

INDIRIZZI
E RECAPITI
ORARI
NOLEGGIO
ATTREZZATURE
FAQ